Ricetta consigliata

Zuppa Fredda di Rape Rosse

zuppa fredda barbabietole e mele5624

Il consumo della rapa rossa è menzionato in alcuni scritti greci risalenti al 420 a.C. Oggi è particolarmente diffuso nei paesi europei e nell’Africa del nord. Sono particolarmente ricche di fibre ed hanno un sapore leggermente dolciastro. Contengono molte preziose sostanze che facilitano la digestione, il funzionamento del fegato e l’abbassamento del colesterolo. Infine è ben provvista di sali minerali, in particolare magnesio, fosforo, calcio, potassio e ferro.

INGREDIENTI (per 4 persone)

-         500 g di barbabietole

-         400 g di patate

-         3 cipollotti

-         1 grosso spicchio di aglio

-         100 g di daikon

-         2 cucchiai di pasta di rafano

-         2 uova

-         1 cucchiaio di senape media

-         1 ciuffetto di aneto

-         Aceto di vino rosso

-         Olio extravergine d’oliva spremuto a freddo

-         Sale, pepe

Sbucciate le barbabietole, lavatele e tagliatele a dadini. Copritele con abbondante acqua, salate e lessatele per circa 25 minuti aggiungendo un cucchiaio d’aceto e, negli ultimi 5 minuti, i cipollotti puliti e affettati.

Rassodate le uova cuocendole in acqua inizialmente fredda per 10 minuti. Sbucciatele e tagliatele a dadini.

Frullate i 2/3 delle barbabietole con alcuni mestoli della loro acqua di cottura, i cipollotti, l’aglio, il rafano, la senape e l’aneto lavato e sminuzzato con le mani.

Lasciate raffreddare e servite la crema aggiungendo le patate e il daikon a dadini, le uova sode tritate. Accompagnate con un filo d’olio e pepe fresco e pezzettini di mela per guarnire.

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 25 minuti

TEMPO DI COTTURA: 30 minuti

 

FONTE:  Paolo Sassi, “ ANGELI E GERMOGLI”, Anima Edizioni

Info sull'autore

appassionata di arte, si occupa da molti anni di teatro e recitazione teatrale. Prosegue i suoi studi nel campo dell’esoterismo, della spiritualità e della medicina alternativa e conseguita la laurea in Lettere, indirizzo teatrale, collabora con il Gruppo Anima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*