Benessere Olistico, News e Articoli

Storia del Tui Na

l_scuola-per-operatori-tui-na

Le tecniche di massaggio sono una componente importante della Medicina Classica Cinese, un metodo terapeutico che si basa sui principi del trattamento di aree o punti particolari dell’organismo del paziente per stimolarli a combattere la malattia. Centinaia di testi antichi e moderni raccolgono comunque le esperienze accumulate nel corso dei millenni. Il Tui Na è il più antico metodo di massaggio esistente,che risale a 5.000 anni fa. Viene menzionato per la prima volta nel trattato “Classico di medicina interna dell’Imperatore Giallo”(iniziato nel periodo degli Stati Combattenti e concluso durante la dinastia Han (475 a.C.). Al capitolo “Energia vitale, sangue, costituzione fisica e mentale si legge: “quando l’organismo è in stato di agitazione, i canali o meridiani sono impediti; conseguentemente il corpo perde di sensibilità e deve essere trattato con il massaggio…”. Il massaggio è dunque la prima terapia che l’uomo ha utilizzato per il trattamento delle malattie. Se fate caso,è col massaggio e soprattutto con l’auto massaggio che si è portati istintivamente ed ad esercitare con la stimolazione manuale un’azione analgesica sulle parti dolenti del nostro organismo. Al terzo millennio a.C. risalgono le prime tecniche di cui si possiede una certa documentazione. In questo periodo vissero i primi terapisti di cui ci è giunta notizia. Qi Bo,Dai Ji,Yu Fu sono i nomi dei primi tecnici del massaggio più conosciuti in Cina,vissuti secondo la tradizione cinese, tra il 2600 ed il 2100 a.C. Da allora il massaggio cinese è stato sempre più utilizzato e sempre meglio codificato. La prima monografia sulle tecniche di massaggio è stata l’opera “Dieci capitoli sul massaggio di Huang Ti e Qi Bo”, che però sfortunatamente è andata perduta. Nella dinastia Sui (581- 618) la massoterapia è stata trattata come una materia speciale. Vari metodi massoterapeutici furono presentati nella monografia “Eziologia e sintomatologia delle malattie” (610) di Chao Yuanfang. Sun Simiao (581-682), durante la dinastia Tang,nella sua opera “Mille rimedi preziosi” citò i metodi utilizzati dal filosofo Lao Zi e dal patriarca Ta Mo. La “Collezione generale dei soccorsi sacri”, composta nel 1117 durante la dinastia Song,riservò un intero capitolo alla massoterapia. Le tecniche chiropratiche e la loro applicazione clinica fecero ulteriori progressi nella dinastia Yuan (1271-1368) e durante quella Ming fu costituito un dipartimento clinico speciale,soprattutto per il trattamento delle malattie infantili.

Attraverso i secoli il Tui Na è divenuto dunque un sistema completo ed autonomo

composto da tecniche di massaggio sui muscoli,tecniche di trazione e mobilizzazione sulle vertebre e sulle articolazioni e tecniche di pressione sui punti energetici dell’agopuntura cinese.

E’ molto efficace ed aiuta seriamente la nostra salute e il nostro equilibrio psicofisico, poiché  si basa sui principi della Medicina Tradizionale Cinese e dunque su profonde conoscenze della bioenergetica.
E’ di supporto alle varie terapie mediche e può accelerare il processo di guarigione da traumi, grazie all’influenza delle tecniche sul sistema linfatico e di micro circolazione sanguigna. Non presenta effetti collaterali e rafforza il sistema immunitario dell’organismo, pertanto svolge un’azione preventiva contro le malattie.
Il tui na è un trattamento naturale efficace soprattutto nei casi in cui sono presenti dolore, contratture, tensione fisica e psichica. Questi trattamenti energetici non sostituiscono le terapie medico-chirurgiche in corso,ma fungono da supporto. E’ un’arte antica che è ancora efficace per la salute moderna.

Per trattamenti o corsi di formazione contattare la M° A.Tassi telefonando al numero 3388086813 o inviando una mail a tuinamilano@gmail.com.

Ulteriori informazioni riguardo il Tui Na e i programmi di studio sono disponibili sul sito www.tuinamilano.com

Info sull'autore

Fondatrice del gruppo Rifondazione Taoista, gestisce un apposito blog in cui parla del Taoismo e svolge lezioni e conferenze a livello nazionale su questo tema.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*