Ricetta consigliata

Risotto alla Milanese con Pesto di Rucola e Germogli di Crescione

rismilan

I germogli hanno numerosissime proprietà e sono considerati “cibo vivo” poiché contengono diverse sostanze nutritive essenziali e minerali che difficilmente siamo in grado di ottenere persino dalla frutta e dalle verdure fresche. Sono anche semplici da coltivare in casa e molti di loro sono pronti in pochi giorni. Nello specifico i germogli di crescione contengono una notevole quantita’ di calcio, ferro, fosforo, iodio e potassio, nonchè Vitamine A, B1, B2, B3, C, D. Hanno proprieta’ depurative e aiutano a controllare gli zuccheri nel sangue.

INGREDIENTI (per 4 persone)

- 300 g di riso tipo
- 20 g di crema di mandorle con zuccherata
- 1 l di brodo vegetale
- 20 g di malto di riso
- 100 g di yogurt di soia al naturale
- 1 bustina di zafferano
- Succo di 172 limone
- Scorza di limone
- Germogli di crescione
- Olio alle mandorle
- Olio al peperoncino
- Pepe di Sichuan

Per pesto di rucola

- 200g di foglie di prezzemolo
- 50 g di foglie di rucola
- 200 g di olio extravergine d’oliva
- 100 g di mandorle tostate

Fate bollire in acqua salata 50 g di riso per 25 minuti. Scolate e frullate con la crema di mandorle fino a ottenere una consistenza cremosa; se necessario, aggiungete acqua fredda. Questa preparazione servirà per mantecare il risotto.
Preparate il pesto di rucola sbollentando in acqua salata le foglie di prezzemolo e di rucola per 1 minuto, scolate e eraffreddate in acqua e ghiaccio. Togliete dall’acqua e strizzate delicatamente. Trasferite nel cutter e frullate aggiungendo l’olio a filo e, solo alla fine, le mandorle. Salate a piacere. La crema deve assumere una consistenza fluida, quindi se necessario, aggiungete un po’ di acqua fredda. Tenete da parte.
Portate a bollore il brodo vegetale e salate (8g di sale per litro). In una casseruola dal fondo spesso tostate il riso rimanente (250 g) con un po’ d’olio per circa 3 minuti. Aggiungete il brodo bollente via via che il riso acsiuga e continuate la cottura a fuoco moderato per 15 minuti, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. A circa 4 minuti dal termine della cottura unite lo zafferano. Togliete dal fuoco e mantecate con la crema di mandorle, il succo e la scorza di limone tritata finemente, il malto di riso e un goccio d’olio alle mandorle e di olio al peperoncino (salate se necessario). Il risotto dovrà essere all’onda.
Distribuite il pesto di rucola sul fondo dei piatti, versate il risotto ben caldo e finite con “gocce” di yogurt di soia. Macinate un po’ di pepe di Sichuan sul bordo di ogni piatto e docorate con i germogli di crescione.

FONTE: Simone Salvini, CUCINA VEGANA, Edizione Mondadori

Info sull'autore

appassionata di arte, si occupa da molti anni di teatro e recitazione teatrale. Prosegue i suoi studi nel campo dell’esoterismo, della spiritualità e della medicina alternativa e conseguita la laurea in Lettere, indirizzo teatrale, collabora con il Gruppo Anima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*