Ricetta consigliata

Quinoa alla Frutta Fresca

Quinoa-and-fr2

Il quinoa viene coltivato nelle Ande meridionali da più di cinque secoli. Oggi viene esportato dal Perù e dagli Stati Uniti. Si tratta di un cereale dalla consistenza e dal sapore estremamente delicati che si sposa benissimo con la frutta. Si cucina facilmente e in poco tempo. Spesso sostituisce il cous-cous ed è reperibile nei negozi di alimentazione naturale e in alcuni reparti di supermercati.  E’ particolarmente indicato per chi soffre di celiachia perché assolutamente privo di glutine.

INGREDIENTI (per 4-6 persone)

-         175 G (1tazza) di quinoa organica

-         500 ml (2 tazze) di succo di mela e ribes nero zuccherato

-         1 bastoncino di cannella

-         2 cucchiaini di scorza di arancia grattugiata

-         2 fichi freschi tritati

-         2 pesche o pesche noci fresche tritate

-         200 g ( ½ tazze) di fragole mondate e tritate

-         Yogurt si soia per servire fragoline di menta fresca

Sciacquare il quinta sotto acqua fredda corrente e scolarla. Mettere il quinoa, il succo e la cannella in una pentola.

Portare a bollore, coprire e lasciare sobbollire per 10-15 minuti, finchè il liquido non venga assorbito e il quinoa non diventi traslucido. Scartare la cannella, coprire e tenere in  serbo: il tutto deve addensarsi e raffreddarsi lievemente.

Incorporare la scorza di arancia e metà della frutta tritata. Suddividere il composto in 4 ciotole individuali, quindi cospargere con la frutta rimanente, completare con un’abbondante cucchiaiata di yogurt, guarnire con le foglioline di menta e servire subito.

TEMPO DI PREPARAZIONE: 10 minuti

TEMPO DI COTTURA: 15 minuti

 

FONTE: MANGIABENEVIVIMEGLIO con la CELIACHIA, Fratelli Spada Edizioni

Info sull'autore

appassionata di arte, si occupa da molti anni di teatro e recitazione teatrale. Prosegue i suoi studi nel campo dell’esoterismo, della spiritualità e della medicina alternativa e conseguita la laurea in Lettere, indirizzo teatrale, collabora con il Gruppo Anima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*