Anima News, News e Articoli

Lo Zodiaco dei 12 giorni santi

4049_Zodiac-signs-on-the-sky-HD-wallpaper

I dodici giorni santi corrono dal 26 dicembre al 6 gennaio. Questo periodo è un condensato della futura energia dell’anno perché ogni giorno corrisponde ad un segno zodiacale e alle sue qualità. E’ bello predisporsi per il nuovo anno preparando le dodici acque lustrali dello zodiaco. Si possono fare propositi e meditazioni sulle virtù dei segni e poi, nel corso dell’anno, utilizzare le acque quando si sentirà il piacere o la necessità di assumerne le qualità.
Si fa così: procuratevi dodici bottigliette di vetro con dell’acqua, meglio se pura e buona. Le esporrete, una alla volta, alla luce lunare, sul balcone o sul terrazzo in modo che l’acqua venga informata dalla particolare qualità notturna. Potete mettere fuori la vostra boccetta all’inizio della notte, dopo il tramonto. Quando andrete a dormire, mettete un taccuino vicino al vostro letto perché i sogni che si presentano in queste notti sono molto “informativi” e conviene scriverli.
Al mattino sintonizzate il cuore sulla qualità della notte appena trascorsa, bevete qualche goccia di acqua lustrale diluita in un bicchiere d’acqua, scrivete sulla boccetta il nome della virtù e … fate il pieno delle sue qualità!

Notte del 26 Dicembre. Capricorno. Mese di Gennaio. Virtù: coraggio.
Il Capricorno ama la vetta e, sguardo a terra ma con le corna alte e tese come antenne nel firmamento, sale in solitaria sfidando la terra e il cielo. Il lavoro è lo strumento sacro del popolo capricornino ed è valorizzato come modo di realizzare Qui ed Ora l’ideale di una società più giusta e felice. Questa è una buona notte per pensare a quanto nella vita ci stia chiedendo coraggio e per sapere che il sacrificio è un prezzo da poco per realizzare le nostre ambizioni più ardite.

Notte del 27 Dicembre. Aquario. Mese di Febbraio. Virtù: discrezione.
L’aria è un elemento molto discreto, pochi si accorgono della sua onnipresenza infilata in ogni poro della pelle fin dentro al centro della Terra. Si dice che l’anima pesi 21 grammi d’aria. La discrezione è una grande qualità: agevola le amicizie, favorisce l’inserimento in ambienti nuovi e non conosciuti, essa è parte delle diverse virtù che formano il buon senso.
Una Notte per stimolare il senso dell’adattabilità e per imparare che, per viaggiare in paesi sconosciuti, bisogna saper dimenticare le proprie regole.

Notte del 28 Dicembre. Pesci. Mese di Marzo. Virtù: generosità.
Molti sanno che i Pesci sono un Segno molto generoso, in meno invece sanno che la parola generoso significa “nascita della stirpe”. Questo è il compito dei Pesci, far nascere nuovi mondi, idee e seminare arte e bellezza sul pianeta. Ognuno cerchi il modo di essere generoso e di fare di se stesso una .. generazione!

Notte del 29 Dicembre. Ariete. Mese di Aprile. Virtù: devozione.
L’Ariete è un segno impulsivo, non per niente è usato come apripista di tutti gli altri dodici che, in un modo o nell’altro, sono costretti a corrergli dietro. Difficile per un Ariete fermarsi per bere un caffè seduto al bar, figuriamoci quanto è difficile fare di lui un meditante! Eppure, quando accade che un Ariete preghi, cadono tutti i conflitti nel raggio di eoni.

Notte del 30 Dicembre. Toro. Mese di Maggio. Virtù: equilibrio.
Non è vero che il Toro è pigro! E’ solo lento, molto lento e lentamente si dirige dove può soddisfare senza tirchieria i suoi appetiti. La sua determinazione è costante e potente come una tenaglia quando stringe un chiodo. Per questo la sua parola è equilibrio. E’ meglio scegliere con ponderatezza ciò a cui attaccarsi!

Notte del 31 Dicembre. Gemelli. Mese di Giugno. Virtù: perseveranza.
L’intelligenza dei Gemelli è proverbiale da tanto è veloce. Si capisce perché lo sono! A pensarci bene, deve essere molto difficile pensare lentamente se si è sempre in due contemporaneamente nello stesso pensiero. Scatta così una competizione interna fra i due Gemelli per riuscire a dire qualche cosa prima dell’altro. Non vi dico le guerre di parole e quanta fatica costa stare insieme nello stesso istante. Sì, perseveranza. Ci vuole tanta perseveranza.

Notte del 1 Gennaio. Cancro. Mese di Luglio. Virtù: distacco.
Il Cancro nasce vittima del cosmo, fosse anche solo colpa del nome che, diciamolo, non è un auspicio di buona salute. Gli accade così che temendo il malaugurio se ne sta più volentieri in casa che fuori, dove fa freddo e tira vento. Ma non è così che il mondo progredisce, tocca imparare a fare quello che per indole non si farebbe mai. Uscire dal guscio e distaccarsene.

Notte del 2 Gennaio. Leone. Mese di Agosto. Virtù: compassione.
Il Leone nasce sotto il Sole e si pensa forte e luminoso come la sua Stella. Perciò, sin da piccolo, fa prove di potenza con il mondo. Se è un Leone fortunato, prende subito qualche sberla e impara a divincolarsi dal complesso di inferiorità. Diversamente viene sopraffatto dal timore di non essere quello che crede e gli tocca così imparare che la prima forma della compassione è la pietà per se stessi. Solo poi, nella stessa misura, si sviluppa anche quella per gli altri.

Notte del 3 Gennaio. Vergine. Mese di Settembre. Virtù: cortesia.
E’ l’ultimo segno dell’emisfero inconscio e da lì le tocca uscire tirando fuori anche tutti i primi sei segni zodiacali. La Vergine, maestra di perfezionismo e di asciutta eleganza, impartisce le regole del buon vivere esattamente come fanno le spighe quando elargiscono il grano: senza lesinare ma con quel tanto di dorata prosopopea che fanno dire: chi di mal garbo suol donare par che inviti a rifiutare. Solo il segno della Vergine insegna ad essere anche cortesi quando si regala una rosa!

Notte del 4 Gennaio. Bilancia. Mese di Ottobre. Virtù: ottimismo.
La bilancia per sua natura pesa. Pesa la merce e poi qualcuno pesa anche le opinioni. Nella vita molti cercano di avere peso e quindi danno consigli pesanti, ovvero di valore. In questo segno anche i granelli di polvere possono diventare come macigni e quindi difficili da sopportare. Non c’è che un sano ottimismo per togliere peso alla vita!

Notte del 5 Gennaio. Scorpione. Mese di Novembre. Virtù: pazienza.
Mistero! Come possa uno Scorpione diventare un’aquila, è un mistero. Eppure nella mistica zodiacale, questa è la trasfigurazione cui è chiamato chi nasce in questo segno. Siccome nessuno sa ancora come fare a trasformare le zampe in ali, ci vuole pazienza. Appunto.

Notte del 6 Gennaio. Sagittario. Mese di Dicembre. Virtù: utilizzo del pensiero.
Il Sagittario è sempre raffigurato mentre corre, prende la mia e contemporaneamente, mira perfetta, tira con l’arco. Ci vuole veramente molta concentrazione per tenere a bada quattro zampe, due braccia, la faretra, i sassi sotto gli zoccoli, le frecce e l’arco. Se non impara, ohi, ohi, ohi!! C’è chi viene colpito suo malgrado, che poi finisce all’ospedale dove si lamenta molto, e poi quando guarisce si arrabbia e fa causa all’arciere. E’ così che il mondo si riempie di ospedali e tribunali. Meglio utilizzare bene il pensiero, allenarsi e colpire il bersaglio giusto!

Buone feste!!!
Olivia Flaim

Info sull'autore

Avvocato e filosofa, è ricercatrice nel campo delle tradizioni religiose naturali e delle pratiche di trasformazione. È appassionata del Libro dei Salmi, che interpreta in chiave di simbolismo della lettera ebraica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*