Anima News, News e Articoli

L’Energia Segreta dei cibi (parte 1)

Alimentarsi significa evolvere. Le varie specie si trasformano l’una nell’altra attraverso l’alimentazione. Mangiare significa fare proprio l’ambiente nella sua totalità: assorbire la luce del sole, il suolo, l’acqua, l’aria. Per mettere a punto una dieta equilibrata è essenziale classificare i cibi in espansivi (yin) e contrattivi (yang). Possiamo capire se un dato cibo è prevalentemente espansivo o prevalentemente contrattivo attraverso la loro struttura o  vari fattori concernenti la crescita.

Naturalmente prenderemo in considerazione solo le caratteristiche prevalenti, poiché tutti i cibi possiedono qualità sia contrattive che espansive. Consente di ordinare correttamente i cibi soprattutto l’osservazione del ciclo stagionale della crescita dei vegetali commestibili. Durante l’inverno l’aria è fredda e l’energia atmosferica insieme a quella della pianta scende nell’apparato radicale. La linfa si condensa nelle ra­dici e le foglie perdono il loro colore e muoiono. Le piante commestibili che crescono nel tardo autunno e d’inverno sono meno succose e avvizziscono me­no rapidamente di quelle che crescono in primavera. Sono la carota, la pastina­ca, il cavolo, ecc. Durante la primavera e all’inizio dell’estate l’energia della pianta insieme a quella atmosferica sale, e a mano a mano che l’aria si riscalda spuntano le foglie. Queste piante hanno una natura prevalen­temente espansiva. Sono più succose, appassiscono più rapidamente ed esercitano un effetto rinfrescante, necessario nei mesi caldi. Nella tarda estate l’energia della pianta raggiunge la parte della pianta più lontana dalle radici, e maturano i frut­ti, che sono particolarmente succosi e molto distanti dal suolo.

Il ciclo delle stagioni evidenzia il parallelismo fra l’alternarsi delle energie di espansione e contrazione e quello che caratterizza le varie parti del mondo. Gli alimenti originari delle zone calde e tropicali, sono prevalentemente espansivi; mentre quelli originari delle zone fredde sono prevalentemente contrattivi. In effetti, in estate, siamo naturalmente attratti da frutta e verdura, proprio perché ne ricerchiamo la loro natura di espansione e di dispersione del calore.

La natura non lascia nulla al caso, durante l’estate il nostro corpo è sottoposto continuamente sotto l’influsso del calore, che è un’energia contrattiva, il modo più semplice per equilibrarsi sarà quella di mangiare cibi che contengono la polarità opposta, quindi frutta dolce e succosa e verdura, proprio quel tipo di cibo che abbonda nella stagione estiva.

Nella pratica quotidiana è necessario saper distinguere le caratteristiche e le qualità dei cibi sia animali che vegetali e sapere in quali quantità essi vanno consumati. Salvo qualche eccezione di po­co conto, la maggior parte dei vegetali sono più espansivi della maggior parte dei cibi animali per i seguenti motivi:

Mentre le specie vegetali hanno una forma espansa, una struttura nella quale la parte più voluminosa va dal suolo verso il cielo oppure si estende in larghezza a livello del suolo, le specie animali presentano generalmente unità compatte e separate. Mentre i vegetali hanno rami e foglie che crescono verso l’esterno, i corpi animali si sviluppano prevalentemente verso l’interno, sotto forma di cellule e organi compatti.

(fine prima parte)

Se vuoi approfondire questi concetti e soprattutto sperimentarli nella pratica per vedere i risultati subito su di te puoi partecipare al seminario Vitalità e Benessere che farò a Milano il 2 e 3 giugno 2012 o a Torino il 9 e 10 Giugno 2012.

E’ un seminario formativo con taglio molto pratico e interattivo, perché l’obiettivo principale è che tu possa già da lunedì utilizzare il metodo al meglio e avere da subito dei risultati!

E se ti è piaciuto e ti ha ispirato questo articolo condividilo con chi pensi possa trarne gli stessi benefici. Contribuirai a rendere la sua vita e il mondo un po’ migliore.

Grazie!

Info sull'autore

Golia Vincenzo Pezzulla è diplomato in Naturopatia e laureato in Psicologia, con un Master in Alternative Healing e Ipnosi. Inizia il suo percorso nel 1993, entrando in contatto con diversi maestri taoisti appartenenti a differenti tradizioni, ricevendone gli insegnamenti, spinto dal desiderio di conoscere la medicina orientale e il potere di guarigione insito nel cibo. Ha sviluppato in questo periodo competenze approfondite, spaziando dall’alimentazione tradizionale cinese e taoista alla diagnosi del corpo e del viso, da elementi di chirologia a trattamenti dei meridiani della MTC, studiando a fondo la connessione tra Corpo, Mente e Spirito. In seguito ha ampliato le conoscenze partecipando ad aggiornamenti sull’ipnosi, sulla nutrizione vegetariana in età adulta e pediatrica, e sull’applicazione pratica del test kinesiologico; inoltre ha intrapreso dei percorsi specifici sul riequilibrio dei chakra e specializzandosi sulla stimolazione dei meridiani nel rilascio di emozioni e fobie.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*