News e Articoli, Scienza e Spiritualità

La percezione extrasensoriale

Amavo il mio lavoro ed ottenevo molte soddisfazioni, le mie relazioni erano più che soddisfacenti ma un passo ulteriore mi attendeva nel mio cammino di crescita. Io sentivo e sapevo che ciò che avevo compreso non era tutto e mi trovai a vivere un momento di perplessità: cosa avrei potuto fare d’altro? Frequentavo seminari che proponevano un lavoro che conoscevo molto bene, facevo  sedute individuali che non portavano  a nulla di nuovo. Mi trovavo in un momento dove tutto sembrava fermo, stagnante. Eppure ero certa che  qualcosa  mi attendeva. Nonostante la frustrazione dell’attesa continuai il lavoro su me stessa. Sperimentai tecniche diverse, cercai di approfondire le mie conoscenze esoteriche. Tutto ciò che studiavo condivideva lo stesso concetto di base : il ritorno dell’uomo immerso nella dualità e nella separazione,  all’unità. Sapevo che era una verità profonda, ma non riuscivo a sentirla in pieno dentro di me, non riuscivo a coglierne la vera essenza. Un giorno accadde un fatto insolito e straordinario che  fu l’inizio di un nuovo capitolo della mia vita. Ciò che accadde  è che una mattina trovai al centro 3 candele accese.  Fui assalita da emozioni e pensieri contrastanti: paura, felicità,  fiducia e scetticismo. Non collegai subito quell’inaspettato fatto alla mia crescita personale ma sentivo che era un messaggio ed io dovevo comprenderlo. All’inizio brancolavo nel buio. Non sapevo a chi rivolgermi per avere aiuto. Subito dopo incominciai a sperimentare fenomeni di chiaroveggenza e telepatia. Incominciai a vedere l’aura delle persone. Cercai e trovai maestri che mi aiutarono a trovare la risposta. Mi aiutarono a capire che il lavoro che avevo fatto su me stessa durante gli anni passati aveva creato una pulizia interiore che aveva stimolato in me un cambio di frequenza energetica dando il via alla manifestazione dei fenomeni collegati al quinto, sesto e settimo chakra. Quindi l’apertura del terzo occhio e il contatto con le guide spirituali. Questo era un ulteriore incredibile passo nella visione della vera realtà. Con rinnovato impegno mi dedicai allo studio dell’aura,  delle energie e come agiscono su di noi, come si possono dirigere, catturare, plasmare, utilizzare per la nostra crescita. Studiai  le leggi esoteriche comuni alle antiche filosofie e religioni. Tutti i grandi maestri hanno insegnato le stesse leggi in tempi diversi e in diverse parti del pianeta. Questi insegnamenti si basano su principi e  che governano l’universo, verità che si concretizzano e manifestano nella vita delle persone. Mi interessai molto al cristianesimo esoterico. Comprendere le parole di Gesù dal punto di vista esoterico fu illuminante e ora tengo sempre a mente il suo  saggio messaggio d’amore, sia per quanto riguarda la mia vita personale, che per quello che riguarda il lavoro con i miei clienti. Fu così che lo studio da una parte e il lavoro che feci su me stessa dall’altro, cercando di utilizzare le facoltà che mi ritrovavo a sperimentare al fine di aiutare le persone,  mi fecero sentire profondamente che la dualità e la separazione sono un’illusione e il ritorno all’unità  è l’obiettivo finale di tutti noi : tutto è  amore ed equilibrio : non esiste nient’altro. Tutto ciò che non  è amore  è  illusione.

Le leggi universali che più mi furono utili ad arrivare a questa certezza interiore e che davano un senso all’utilizzo di predisposizioni extrasensoriali che non si limitarono alla visione dell’aura, ma si espansero includendo la meravigliosa capacità di canalizzare i messaggi dei maestri ascesi, furono la legge del macrocosmo universo corrispondente al microcosmo uomo e la legge del karma.

E così , con la comprensione delle  energie, con la comprensione delle forme pensiero e di come agiscono, in contatto con i miei maestri spirituali, le guide di luce che ci accompagnano e ci guidano sempre amorevolmente verso l’espansione dell’anima, e che sono sempre prodighi di messaggi illuminanti, mi trovai ad avere  la certezza di non essere solo l’Orietta che si dibatte alla ricerca di una buona relazione, un lavoro appagante, buone amicizie eccetera. Quella  è la mia personalità, il mio sé inferiore, concetto infinitamente piccolo rispetto al concetto di essere un’anima. Un frammento divino incarnato in un corpo fisico con il fine di evolvere e di dare il mio contributo ad un disegno divino  del quale faccio intimamente parte. Oggi so che la mia anima ha scelto di incarnarsi in questo corpo fisico per fare determinate esperienze, anche dolorose certo,  che però  hanno lo scopo di accompagnarmi a vedere il mondo con gli occhi dell’amore. L’apertura del cuore  è la risposta a tutto. Da questo punto di vista anche le situazioni che sembrano ingiuste, torbide, oscure  sofferenti si verificano solo assecondando un piano divino che mi aiuta a conoscere sempre più la mia personalità   che devo imparare a dominare al fine di  metterla al servizio dell’umanità. Tutto è perfetto così com’è:    ogni accadimento ha in sé la possibilità di farci fare passi di evoluzione.

Non ha senso pensare che quando la situazione dell’Italia migliorerà, quando avremo il lavoro che ci piace, quando troveremo il partner dei nostri sogni… finalmente saremo felici. Ora siamo qui, in questa situazione, ed è la situazione perfetta per evolvere e avvicinarci a Dio.

Info sull'autore

Counselor professional associata Sicool, con indirizzo in comunicazione e trasformazione emozionale. Specializzata in rebirthing. Pratictioner PNL Master Reiki Consulente in Fiori di Bach Insegnante di Meditazione Canalizzatrice Operatrice socio assistenziale con specializzazione in tossicodipendenza Nel 2004 fonda il centro di tecniche olistiche IL VOLO a Milano Presso lo stesso, successivamente fonda la Scuola di Formazione Professionale per Counselor Olistico Ad oggi dirige le due attività e lavora tenendo sedute individuali, conducendo gruppi di crescita ed insegnando materie nelle quali è specializzata.

One comment on “La percezione extrasensoriale

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*