Benessere Olistico, News e Articoli

Iperico (hypericum perforatum)

Chiamato anche erba di San Giovanni perché fiorisce nel periodo di fine giugno e per il 24, giorno di San Giovanni Battista,  entra a far parte di riti e tisane usate e ritenute medicamentose fin dall’antichità in molte culture umane. È una pianta perenne sempreverde, glabra, con fusto eretto .È ben riconoscibile anche quando non è in fioritura perché ha le foglioline che in controluce appaiono bucherellate, in realtà sono piccole vescichette oleose da cui il nome “perforatum”, mentre ai margini sono visibili dei punti neri, strutture ghiandolari contenenti Ipericina (da ciò il nome erba dell’olio rosso), queste strutture ghiandolari sono presenti soprattutto nei petali. Raggiunge 30 cm di altezza e ha grandi infiorescenze giallo oro. Dai fiori schiacciati si ottiene un succo rosso che serve per preparare il famoso olio d’iperico, utilizzato come vuole la tradizione per le ferite a causa delle sue proprietà analgesiche antinfiammatorie e cicatrizzanti. Il giorno di San Giovanni è un giorno speciale in cui la Terra nel nostro emisfero si trova nel solstizio d’estate e, nella notte che lo precede, in molte culture si festeggia tale evento usando per l’appunto l’iperico sia per preparare l’acqua di San Giovanni, da lasciare tutta la notte fuori dell’uscio di casa, che per intrecciarne corone da indossare per i balli intorno al fuoco. L’iperico è noto anche come erba del buon umore per le sue proprietà antidepressive e per combattere l’insonnia e le nevriti , compresa la nevralgia del trigemino, per curare la quale consiglio frizioni sul viso con l’olio di iperico due volte al giorno. Non trova impiego in ambito culinario ma, per le sue proprietà aromatiche e digestive è usato per produrre liquori. L’iperico è una delle piante da coltivare nel giardino o sul terrazzo di tutti gli appassionati di giardinaggio e che entra nell’elenco delle piante indispensabili per la composizione del verde con il metodo di giardinaggio bioenergetico di cui giardinimagici è promotrice.

Info sull'autore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*