Ricetta consigliata

Insalata di Venere con Bacche di Goji

riso_venere_goji


Le bacche di Goji sono i frutti di un arbusto spontaneo di origine tibetana.
Hanno numerosi effetti salutari per il nostro organismo grazie alla presenza di sostenze antiossidanti come vitamine, minerali, carotenoidi, polisaccaridi ed altri costituenti che svolgono un’efficace attività protettiva ed immunostimolante. In particolare, questi frutti contengono quattro polisaccaridi non presenti in altre specie botaniche finora conosciute che con la Vitamina C lavorano insieme per supportare le funzioni del sistema immunitario. Il succo di Goji contiene carotenoidi come il betacarotene, la luteina e la zeaxantina, che supportano la funzione visiva e svolgono un’azione dermoprotettiva, prevenendo quinid l’invecchiamento cutaneo precoce, con funzioni antiossidanti e di protezione contro i danni provocati dai radicali liberi. Le bacche di Goji contengono anche acidi grassi essenziali, importanti per la salute del sistema cardiocircolatorio. Hanno un potere saziante e aiutano a produrre un maggior quantitativo energia.

INGREDIENTI (per 4 persone)

- 250 g di riso nero venere biologico

- 4 cucchiai da tavola di bacche di Goji

- 3 cucchiai da tavola di bacche di Alchechengio (Physalis peruviana)

- 3 cucchiai da tavola di olio extravergine di oliva

- 1 cucchiaio da tavola di Olio di Semi di Canapa

- Una manciata di Semi decorticati di Canapa per guarnizione

- Sale rosa dell’Himalaya q.b.

Prendere una pentola, portare ad ebollizione dell’acqua,  salare e aggiungere il riso venere (o alcune sue varianti). Cuocere per circa 20 o 30 minuti a seconda della cottura che si desidera ottenere.

Scoliare e lasciare intiepidire alcuni minuti in una ciotola.

Aggiungere l’olio di oliva, l’olio di canapa, le bacche di Goji e le bacche di Alchechengio al riso e mescolare bene.

Infine, distribuire una manciata di semi decorticati di canapa a pioggia sull’insalata di riso venere come decorazione finale.

Può esser consumata tiepida oppure, ancora meglio,  può essere conservata in frigo fino a poco prima di mangiarla, preparandola il giorno prima.

Nota:  il riso nero non è l’unica alternativa da utilizzare. Esistono anche il riso basmati al profumo di gelsomino, il riso integrale, o il riso rosso.

FONTE: http://ricettebacchedigoji.wordpress.com/

 

Info sull'autore

appassionata di arte, si occupa da molti anni di teatro e recitazione teatrale. Prosegue i suoi studi nel campo dell’esoterismo, della spiritualità e della medicina alternativa e conseguita la laurea in Lettere, indirizzo teatrale, collabora con il Gruppo Anima.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*