Anima News, News e Articoli

I bambini di Chernobyl e la solidarietà italiana

13artbch

L’Associazione Chernobyl 2000 nasce ad Alpignano (TO) il 3 marzo del 2000 dall’incontro di un gruppo di persone che fin dal 1995 avevano preso parte a iniziative a favore dei “bambini di Chernobyl”, ossia di quei bambini residenti nelle zone colpite dalle terribili contaminazioni nucleari seguite all’esplosione della centrale di Chernobyl (1986).

Grazie all’ampia eco che ebbe quel disastro, fin dagli anni immediatamente successivi al 1986, la solidarietà internazionale ha realizzato centinaia di progetti con l’obiettivo di favorire il risanamento dei minori residenti in quei luoghi o in zone comunque interessate dalle radiazioni. Come si è visto, la maggior parte dei bambini accolti proviene da orfanotrofi. I motivi di tale scelta dipendono dall’intento dell’Associazione di favorire il più possibile bambini bisognosi che versano in condizioni particolarmente disagiate e che non avrebbero in alcun modo la possibilità di accedere a programmi di risanamento, se non su richiesta.

L’Associazione accoglie le domande di chi desidera ospitare un bambino abbandonato (condizione essenziale) offrendo alla famiglia la possibilità di continuare nel tempo il rapporto con lo stesso bambino, per un periodo da definirsi (è auspicabile fino al compimento del 16° anno, momento in cui gli internati cessano di occuparsene).

L’associazione Chernobyl 2000 ogni anno organizza per i bambini di Chernobyl due viaggi, uno estivo di circa 3 mesi, e uno invernale di circa un mese. I bambini tornano sempre nella stessa famiglia. Sono bambini orfani, che vivono in istituto e ai quali, attraverso l’accoglienza in Italia, si cerca di dare l’affetto e il sostegno che non hanno mai avuto. Soprattutto, si tratta di un’esperienza umana incredibile…!

Per questa estate l’Associazione sta organizzando un gruppo di circa 67 bambini che arriveranno ai primi di giugno e si fermeranno fino al 30 agosto. Purtroppo, attualmente ci sono ancora 6 ragazzini/e tra i 12 e i 14 anni per i quali non si è trovato le famiglie che li possano accogliere. E se non verranno trovate, i bambini dovranno restare in orfanotrofio.

Lanciamo un appello affinché questo messaggio possa girare, per riuscire a sistemare anche gli ultimi ragazzi.

Per approfondimenti:
www.chernobyl2000.it 
www.ibambinidellest.it 

Chiunque volesse avere maggiori informazioni può contattare Elena Jacono telefonicamente al 3339759702 o via mail scrivendo a elena.jacono@fastwebnet.it

Chernobyl 2000
Milano via Casale, 5 – 20144 Milano
tel. 02 89420032 – fax 02 97387192
web: www.ibambinidellest.it

Presidente Federica Bezziccheri – cell. 3496042606 – 3371001524
Referente Elena Jacono – cell. 3339759702
Laura Berneri – cell. 3471349794
Patrizia Frangini – cell. 3471302113
Mariella Governo – cell. 335389994

Info sull'autore

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*