News e Articoli

Coscienza sovramentale – Risveglio ed estasi divina

meditazione
La paura della morte è una paura ancestrale dell’uomo, un archetipo che rimane impresso nella memoria cellulare e che determina la spinta verso la vita.
La sfida della morte è un’altra forma, direi, trasversale, con cui l’uomo, gioca con il proprio destino,  con il desiderio di trascendenza, con i propri limiti…
Per gioco i bambini piccoli trattengono il respiro come “a fare il morto”, per interrompere la possibilità di  vita, controllare in qualche modo la sospensione che si determina.
Nel respiro pranico le apnee sono un atto di sospensione volontario in cui avviene l’importante combustione alchemica che accende la fiamma interiore, a similitudine di uno stato di vuoto dell’Essere in cui può accadere la pienezza dell’espansione di coscienza, definito nei Veda come stato di Samadhi.
Un cambiamento di stato di coscienza. La morte, è come passare da uno stato di coscienza ad un’ altro stato di coscienza, che noi apparentemente non conosciamo, ma che invece pratichiamo inconsapevolmente tutte le notti. E’ lo stato astrale dell’inconscio, del sogno o quello del sonno lucido.
Nel sonno tutti i sensi sono sospesi, la respirazione rallenta, quasi a fermarsi, il corpo si raffredda, si irrigidisce, si ferma in una o due o tre posizioni che  cambiamo più spesso solo  nella fase rem,  per circa 4/5/6 ore  rimaniamo immobili senza sentire, respirando pochissimo, senza vedere, senza deglutire, senza essere consapevoli di nulla…
Cosa vive durante il sonno? L’Inconscio, cioè una altra realtà, una parallelità  di visione, un territorio parallelo dell’anima, uno stato di coscienza altra che è lo stato astrale, in cui elaboriamo il corpo emozionale.
Questa elaborazione permette di controllare l’astrale e di passare alla Mente Buddhica, quindi abbandonare la mente: l’oceano della consapevolezza.
Nei seminari che dirigo, dove come progetto EOS® parlo del Risveglio alle Sette Menti e della Coscienza Sovramentale, insegno i tre stadi della Coscienza risvegliata, la Mente Cristica, la Mente Buddhica e la Mente Galattica.
I saggi dei Veda dicono che in ogni uomo, anche nel più rozzo, alberghi un pollice di consapevolezza. In ogni uomo c’è l’Atma,  la fiamma, quella fiammella di respiro divino che può farti diventare santo.
Kryon, l’ entità angelica che viene canalizzata, come la qualità di Coscienza Cristica che aiuta l’umanità nel passaggio alla Nuova Era, insegna il respiro dell’infinito che è molto simile alla respirazione del Kriya Yoga  e lo insegna per superare la paura della morte.
Nei miei seminari EOS®  i Maestri Guaritori Cosmici e il Melkisedek-Sempre Veniente, attraverso gli  insegnamenti canalizzati, ci insegnano uno stato di quiete della mente che si raggiunge attraversando i vari livelli delle onde cerebrali come territori dell’anima.
Nella mia pratica di anni come Advaitin, cioè devota e sperimentatrice degli insegnamenti del Terzo Libro dei Vedanta, ho avuto modo di saggiare i livelli di Samadhi o quiete della mente, che in genere dipendono sia dal grado di consapevolezza che di comprensione di ciascun essere umano, come  dalla via spirituale-energetica scelta.
Si può arrivare al Risveglio o alla fusione con l’Assoluto,  in diversi modi che dal tempo dei tempi sono stati resi noti dai saggi al discepolo ricettivo. Nel Raja Yoga ad esempio si arriva al Nirodha Samadhi, ossia l’Estasi Divina dovuta alla sospensione delle fluttuazioni mentali; nel Bhakti Yoga si può raggiungere il Bhava Samadhi, stato di sovracoscienza a cui si arriva attraverso un’intensa devozione-manifestazione dell’Amore Divino. Con il KriyaYoga si può raggiungere Samadhi con le fluttuazioni del respiro. Con l’Hatha Yoga si arriva al Samadhi attraverso il risveglio dell’energia Kundalini. Il Vedantico arriva al Bheda Samadhi, in cui si percepisce la  coscienza dell’irrealtà di questo mondo fenomenico, mentre un Cristiano arriva a vivere lo stato di “Coscienza Cristica”, stato in cui la sua volontà si fonde con la Volontà Divina.
Meditare o praticare tecniche di sospensione dei corpi emozionali e mentali,  porta ad entrare profondamente nel cuore, poichè la mente non esiste più e l’unico rifugio rimane il cuore. Da qui inizia il cammino verso la liberazione, Mukthi, il rilascio del Karma.
Secondo il Mahaparinirvana Sutra è importante non  rinunciare al proprio Nirvana, per aiutare prima gli altri ad andare verso di esso. Ottenere il proprio Risveglio (bodhi) ed il Nirvana per sé,  così da essere maggiormente preparato per condurvi anche gli altri.   Mentre si cerca il Risveglio per sé stesso, si dovrebbe anche agire per il beneficio degli altri. La più grande motivazione per raggiungere il Risveglio dovrebbe essere la scoperta della felicità durevole per sé ( abbondanza, manifestazione, realizzazione)  ma anche  indicare  agli altri la via verso quella felicità.

Info sull'autore

Channeler, sensitiva, terapeuta energetica, art /emotional life coach, scrittrice, ricercatrice spirituale, Advaitin riconosciuta Risvegliata dalla Oneness Diksha University–India, nei suoi seminari e sessioni individuali, canalizza e trasmette nel mondo la tecnologia quantico-spirituale di EOS- Energia Olografica Sistemica® con il Progetto EOS®- Il Codice di Luce della Nuova Genesi. EOS® è una potente energia per la guarigione olografica bio-cosmica, fisica e dei corpi sottili per l’elevazione dell’energia umana e planetaria. Questa energia quantica vibra su piani di 5ª dimensione, opera per il Risveglio nel Sovramentale, riprogramma il DNA multidimensionale animico e attiva la Ghiandola Pineale e l’8° chakra. Viene diffusa da Darshana anche attraverso l’ Attivazione psichica di guarigione attraverso le Arti con EOS®, la Sintonia Radiante Pineale EOS® -il Suono vocale che guarisce, e il Darshan della Luce EOS®, ’armonizzazione nell’Unità attraverso lo sguardo. Darshana ha il potere di vedere in ognuno le memorie delle vite precedenti e di guarire le antiche ferite.Trasmette le sue conoscenze, apprese in una vita dedicata alla ricerca in vari campi energetici, alle tecniche orientali e sciamaniche che inducono a stati non ordinari di coscienza. Durante i suoi incontri offre gli strumenti per la conoscenza interiore, crescita personale e realizzazione di sé. Unica è l’esperienza del Teatro Transpersonale®, di cui è ideatrice. È fondatrice e direttrice dell’ACCADEMIA di RISVEGLIO “OMNIA”-Tecnologie energetiche di 5° dimensione- Scuola per Operatori Certificati EOS® e Operatori Olistici a indirizzo artistico, energetico-vibrazionale. Conoscere Darshana e vivere l’esperienza dell’energia EOS®, che lei veicola, è il più bel regalo da fare a se stessi e agli altri. Alcuni fra i suoi insegnamenti, articoli e messaggi ricevuti nei channelling sono su: www.eos-energia-olografica-sistemica.com www.elohimstars.org

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*