Anima News, News e Articoli

Astro-Coaching per il 2014: Pillole di felicità per l’anno che verrà

oroscopo2014

“Se vuoi conoscere il tuo passato, sapere che cosa ti ha causato, allora osservati nel presente, che è l’effetto del passato. Se vuoi conoscere il tuo futuro, sapere che cosa ti porterà, allora osservati nel presente, che è la causa del futuro.”

Siddharta

“Qual è il tuo sogno?”.
Quante volte ci è stata posta questa domanda. E quante volte, senza pensarci troppo sopra, abbiamo risposto: “vorrei tanto essere felice!”. Spesso, però, rispondiamo a questa domanda senza neanche sapere che significato diamo alla parola “felicità”.
Che cos’è la felicità? Se chiedessimo ad un gruppo di persone di rispondere a questa domanda, otterremmo feedback molto diversi, ma su temi ricorrenti. La ricerca psicologica applicata ci dice che le risposte date più frequentemente rispetto alle cause prime della felicità sono: buona salute; ricchezza, credo religioso, cultura elevata, consistente network sociale; matrimonio.
Non è difficile capire quale sia l’elemento comune alle risposte raccolte: la maggioranza delle persone tende a proiettare all’esterno le cause di ciò che capita nella loro vita. Non solo di ciò che viene considerato negativo ma, a quanto pare, anche di ciò che viene interpretato in modo positivo.
Le risposte date presuppongono, infatti, che la causa della felicità personale sia quasi obbligatoriamente da ricercare all’esterno. Martin Seligman, il padre fondatore della moderna Psicologia Positiva, nelle ricerche che ha condotto negli ultimi trent’anni, ho scoperto ben altro: solo una minima parte del tasso di felicità personale può essere riferibile alle condizioni esteriori appena elencate. Per tutti coloro che avrebbero dato alla nostra domanda le stesse risposte, questa è sicuramente una pessima notizia. Noi, invece, potremmo cogliere l’occasione per svolgere il primo esercizio di coaching positivo. Dove può nascondersi l’elemento “positivo” appunto, “evolutivo”, di una situazione che sembra avere solo connotati negativi?
Considerando la felicità esclusivamente imputabile a fattori esterni, come l’eredità genetica, il destino, la “fortuna” o “sfortuna” e le circostanze contingenti non avremmo via d’uscita. Con un “Saturno contro” o un “Giove opposto” in un determinato anno della nostra vita, tutto sarebbe già scritto e non potremmo sfuggire ai più terribili eventi negativi.
Coltivare aspettative positive anche su configurazioni celesti apparentemente “nefaste” è possibile perché l’elemento centrale della felicità personale consiste in una variabile che, seppur difficile da riconoscere per condizionamenti interni ed esterni, è presente in ogni essere umano: la capacità di agire il proprio potere personale.
Ciò che fa la differenza nella possibilità per ognuno di noi di essere autenticamente felice è un solo fattore: credere che il proprio passato e il proprio futuro non siano elementi fissi, inamovibili e inalterabili ma che, al contrario, rispondano in modo flessibile alla capacità di ogni individuo di agire nel mondo il proprio potere personale. Ciò che fa la differenza è essere profondamente convinti che, tramite l’azione della propria volontà, si possa incidere sul corso attuale della propria esistenza, determinandone quindi in prima persona gli sviluppi futuri.
La finalità ultima del prendere consapevolezza dei propri mutamenti energetici interiori (quei movimenti celesti dei Pianeti che l’astrologia tradizionale chiama “transiti”) è comprendere come trasformare il proprio passato in linfa vitale per il presente e interpretare il contesto e le situazioni del presente in un’ottica evolutiva. Ma, sopra ad ogni altra cosa, è quello di rendere chiaro come si possa agire in modo volontaristico il potere personale per riuscire a manifestare concretamente le proprie potenzialità innate. Solo in questo modo ogni individuo può diventare il creatore della propria vita e, quindi, della propria felicità.

Il termine ‘felicità’, che deriva dalle parole di origine latina felix, felicitas, significa infatti essere fertili, fecondi, generare frutti; essere ricchi di sostanza fertile. Il percorso che porta alla felicità è un processo osmotico, di continuo adattamento tra l’esterno e l’interno nel quale, solo se si conoscono le caratteristiche intrinseche, “naturali”, del terreno sul quale si andrà a seminare, si riuscirà effettivamente a generare dei frutti sani e rigogliosi. Solo la qualità di questi frutti permetterà poi a chi li produce di trovare loro un mercato nel quale venderli al prezzo adeguato. Tale riscontro positivo esterno permetterà al produttore di far crescere la propria attività, di seminare con maggior perizia il proprio terreno e di raccogliere l’anno successivo frutti migliori. L’innalzata qualità dei prodotti offerti permetterà d’incrementare i guadagni innestando un processo virtuoso di crescita ed espansione.
Le cause della felicità personale risiedono, in massima parte, in circostanze interiori. Allo stesso tempo, la possibilità di nutrire e mantenere feconde tali circostanze dipende dalla capacità del singolo di trovare un “mercato” al proprio “prodotto”, a se stesso.
La chiave del successo individuale risiede, quindi, nella capacità di mantenere in costante equilibro questo delicato e fragile processo dialettico tra bisogni interiori e richieste esteriori. Solo uno sembra il modo per riuscire in tale intento: conoscere la propria natura.
Un uomo potrà sentirsi “gravido” di felicità di cui godere e di cui far dono agli altri soltanto se saprà dare forma alla propria natura più profonda. Soltanto se riuscirà a mettere insieme interno ed esterno, anima e mente, inconscio e conscio. Soltanto se riuscirà a riconoscere tutte le sue parti e ad imparare come farle lavorare bene insieme.
L’unicità del Tema Natale come strumento di crescita personale, consiste nel fatto di essere il solo mezzo che possa regalare in un istante una visione della psiche nella sua totalità. Esso rappresenta in un grafico bidimensionale le potenzialità energetiche di una psiche, il daimon, il progetto verso il quale il “Sé” tenderà per tutta la vita. Esso permette di trarre indicazioni su quali potenzialità potranno svilupparsi in maniera armonica e quali troveranno ostacoli e difficoltà nella loro espressione. Il livello col quale il soggetto asseconderà la tendenza innata di ogni individuo ad auto-realizzarsi è invece tutta da scoprire, e riguarderà il libero arbitrio personale.
Il tema natale rappresenta qualcosa “in potenza”, mentre la vita di ogni individuo è l’“atto”, ciò che è visibile, misurabile, conoscibile. Esso, senza un confronto con l’essere umano che lo incarna, è uno strumento sterile. Questa è “la” differenza fondamentale tra l’astrologia tradizionale e il coaching astro-psicologico.
Potremmo definire quella tradizionale come un’astrologia deterministica: all’interno di questa prospettiva le “configurazioni astrologiche”, il Sole in un segno, un pianeta in aspetto con un altro, uno stellium in una determinata casa, hanno “forzatamente” un certo significato. Le vite delle persone, e gli eventi ai quali andranno incontro, sono in tutto e per tutto determinati da tali variabili astrali.
Il tema Natale, utilizzato come strumento di coaching, ha tutt’altra funzione. Esso è la mappa delle risorse energetiche del soggetto, non uno strumento oracolare sul risultato che esse produrranno nella sua vita. L’oroscopo personale diventa uno strumento vivo e “parlante” soltanto nel momento in cui l’interprete attiva uno scambio dialettico con il soggetto che in esso è rappresentato.
Questo rapporto è fondamentale per definire a quale stadio evolutivo e a che livello di consapevolezza il soggetto stia “incarnando” la predisposizione energetica che ha ricevuto in dotazione al momento della nascita.
L’approccio positivo all’astrologia si rivolge a persone che vedono nella conoscenza della loro mappa energetica una possibilità di crescita e di sviluppo, ponendosi in una situazione di protagonisti attivi della loro vita. In quest’ottica, il destino di ognuno è diventare ciò che si è: è la predisposizione innata che agisce in ogni essere umano a realizzare il proprio progetto individuale. Un progetto le cui potenzialità, insite già al momento della nascita, si disvelano pian piano durante il corso della vita.
È solo “scegliendo” di diventare ciò che è che ognuno di noi può imparare a ottenere ciò che vuole, regalandosi così la felicità.

Vedi CONFERENZA
05/01/2014

OPPORTUNITA’ o FELICITA’? crea il tuo 2014 con l’aiuto delle stelle interiori

Info sull'autore

Danilo Talarico è Operatore olistico certificato come Formatore nei registri ufficiali di categoria, in conformità alla legge 4 del 14.01.2013. E' Spiritual Coach, astrologo e tarologo a orientamento psicologico. ed è responsabile del CPAmilano - Accademia di Coaching Psico-Astrologico, con sedi in tutta Italia. Collabora con Istituti di coaching come formatore ed e docente dei percorsi di formazione professionale per operatori olistici gestiti da Erba Sacra. Laureato in Psicologia della Comunicazione all'Università di Torino, è business coach da più di venti anni in multinazionali del fashion. Si è specializzato in visualizzazione creativa nell'americana Tarot Gestalt School e ha approfondito le tematiche astrologiche al CPA (Centre for Psychologial Astrology) di Liz Greene; il tutto all'interno di un quadro teorico ispirato alla Psicologia Analitica di Carl Jung, di cui è appassionato studioso. Opera in tutta Italia con l'obiettivo di diffondere una nuova visione dell'astrologia e dei tarocchi come strumenti essenziali per un'autentica “Terapia dell'Armonia”. Nei seminari di gruppo e consulenze individuali, utilizza il metodo da lui ideato del Positive Holistic Coaching, per essere di supporto a tutti coloro che sentono sia giunto il momento di essere felici: vivere in armonia in coppia, sul lavoro o, “semplicemente”, con se stessi. Per appuntamenti individuali, domande o curiosità Danilo Talarico è a vostra disposizione al numero 333.8686860 e all'indirizzo mail cpamilano@virgilio.it e sul suo profilo Facebook all'indirizzo www.facebook.com/danilotalarico.astrocoaching

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*